Il colesterolo e i trigliceridi costituiscono la maggior parte dei grassi che circolano nelle nostre arterie.

IL colesterolo è presente in tutte le cellule dell’organismo. E’ parte fondamentale della parete delle cellule e serve per la sintesi di alcuni ormoni e nella produzione della vitamina D, fondamentale per le ossa.

Però se è presente in eccesso è molto dannoso per l’organismo perché infiltrandosi all’ interno delle arterie dà inizio all’ aterosclerosi.

Circa il 75% del colesterolo presente nel sangue viene sintetizzato dal fegato e la quantità prodotta dipende dalla nostra genetica.

La parte restante viene introdotta dall’ esterno con i cibi ricchi di grassi animali, come carne, burro, salumi, formaggi, tuorlo dell’uovo, frattaglie. Non contengono colesterolo i cibi di origine vegetale (frutta, verdura, cereali).

Il fegato costruisce anche i trigliceridi che sono un’importante fonte di energia per il nostro organismo e causano meno problemi alle arterie rispetto al colesterolo.

Sono però associasti ad altre malattie come il diabete e l’obesità. Il loro livello nel sangue aumenta quando la dieta contiene troppi grassi ma anche un eccesso di zuccheri (tra cui anche pane e pasta) e alcol.

Il colesterolo e i trigliceridi vengono trasportati nel sangue da proteine particolari chiamate lipoproteine, che sono di due tipi:

– le lipoproteine a bassa densità (LowDensityLipoproteins: LDL) che trasportano il colesterolo ai vari organi e ne favoriscono l’accumulo sulla parete interna delle arterie. Per questo motivo Il colesterolo LDL è detto “cattivo”.

– Le lipoproteine ad alta densità (HighDensityLipoproteins: HDL) che trasportano il colesterolo in eccesso fuori dai vasi e verso il fegato, dove viene eliminato. Sono pertanto una specie di “spazzino” dei vasi sanguigni. Per questo motivo Il colesterolo HDL è detto “buono”.

Il colesterolo e i trigliceridi si misurano in milligrammi (un millesimo di grammo) per decilitro (un decimo di litro).

Nei referti delle analisi del sangue questa misura viene abbreviata in “mg/dl”. La quantità totale di colesterolo che circola nel nostro sangue è dovuta alla somma del colesterolo LDL, del colesterolo HDL e di circa un quinto dei trigliceridi (infatti un piccola quantità di colesterolo è legata ai trigliceridi).

Quali sono i valori desiderabili dei grassi nel sangue?

– Il valore del colesterolo totale desiderabile è inferiore a 200 mg/dl.

– Il valore del colesterolo LDL desiderabile è inferiore a 115 mg/dl. Se però sono presenti altri fattori di rischio, come l’ipertensione o il fumo, è bene che il colesterolo LDL sia minore di 100 mg/dl.

– Il valore del colesterolo HDL desiderabile è superiore a 50 mg/dl.

– Il valore dei trigliceridi desiderabile è inferiore a 150 mg/dl.

Come mantenere i livelli di colesterolo e trigliceridi entro i valori desiderabili?

Un’ alimentazione sana può ridurre il colesterolo nel sangue (colesterolemia) fra il 10 e il 15%. Una riduzione del 10% della colesterolemia riduce del 20% la probabilità di morire di una malattia cardiovascolare.

La principale fonte alimentare di colesterolo sono gli acidi grassi saturi, il cui nome deriva dalla loro particolare struttura chimica. Questi grassi sono presenti principalmente nelle carni rosse, nei formaggi e negli insaccati.

Quando la dieta è insufficiente a riportare la colesterolemia entro livelli desiderabili il Medico può prescrivere farmaci.

I principali sono le statine, che a dosi piene sono in grado di dimezzare valori del colesterolo LDL (quello “cattivo”).

Sono forse i farmaci più usati al modo e tra i più sicuri e ben tollerati.

L’ effetto indesiderato più frequente è costituito da dolori ai muscoli, che insorge in una persona su 20 e scompare entro un paio di settimane dalla sospensione della statina.

Dott. Della Casa Stefano – Specialista in Cardiologia – già Direttore Unità Operativa di Cardiologia UTIC – Ospedale di Lugo Attualmente svolge la propria attività presso il Poliambulatorio Salus Medical Center di Lugo.

Categorynovità

© 2018 - EM Digital +39 388 772 5449